Sitemap

Non c'è mai un giorno noioso in cui ti guadagni da vivere nel marketing dei motori di ricerca.

Google continua a lanciare nuove funzionalità e a ritirarne altre.

Il solo fatto di stare al passo con la concorrenza richiede un apprendimento e una riqualificazione costanti.

Non ci eravamo nemmeno ripresi completamente dal tramonto della vecchia interfaccia di Google Ads quando l'implementazione delle "varianti vicine" è cambiata per la quarta volta.

Se pensi di andare in crociera quando gestisci PPC, probabilmente non hai prestato attenzione e ora sei un miglio indietro rispetto a tutti gli altri.

E questo ritmo di cambiamento non farà che accelerare.È la legge di Moore.

Lo decretò così, anche se il PPC non esisteva ancora quando disse che i computer sarebbero diventati due volte più veloci ogni 18 mesi.

E in che modo, chiedi, la legge di Moore influisce sulla PPC?

Ebbene, i computer che Google utilizza per prevedere il CTR, prevedere i tassi di conversione, trovare segmenti di pubblico simili e scegliere l'annuncio di ricerca reattivo giusto per ogni utente stanno ottenendo tutti due volte più buoni ogni 18 mesi.

Ed erano già davvero molto bravi quest'anno, quindi il ritmo dell'innovazione accelererà.

Quindi dobbiamo trovare il modo di rimanere rilevanti in questo giorno ed età di capacità PPC sempre più automatizzate.

Costruisci una grande squadra con ottimi strumenti

Il sistema di gestione di Google Ads continua a proporre più modi per aiutare gli inserzionisti ad automatizzare.

In un post precedente, avevo previsto che il 2019 sarà definito dai progressi nell'apprendimento automatico che avranno un impatto sul modo in cui viene eseguita la PPC.

Ciò significa apprendere una varietà di strumenti, da semplici strumenti per risparmiare tempo come le regole automatizzate a strumenti molto avanzati basati sull'apprendimento automatico più recente, come le campagne intelligenti che automatizzano le offerte, l'allocazione del budget e il targeting di intere campagne.

Anche se potresti non essere pronto a consegnare le tue campagne più importanti alla gestione automatizzata, ci sono probabilmente alcune campagne o clienti che non hanno ottenuto la tua piena attenzione e trarrebbero vantaggio dalle ottimizzazioni più attive offerte dagli strumenti.

Se lavori con i clienti, probabilmente sei stato in quella difficile situazione in cui ti rendi conto che il tuo cliente più vecchio (e più fedele) non ti paga più in linea con i nuovi clienti.

Non stai più dando loro abbastanza del tuo tempo per ottenere i risultati che si aspettano. Puoi licenziare il cliente o trovare una tecnologia che ti permetta di rendere di nuovo redditizio quel cliente.

Quindi è inevitabile che avremo bisogno di strumenti per avere successo con PPC nel 2019.

Ci sono tre azioni di alto livello relative all'automazione e agli strumenti che dovrebbero essere all'ordine del giorno da considerare quest'anno:

  • Scegli la tecnologia giusta
  • Personalizzalo con la tua salsa segreta
  • Monitorare l'automazione

1. Assembla il tuo stack tecnologico

Tutti hanno bisogno di usare alcuni strumenti.

Semplicemente non c'è modo di guadagnarti da vivere in PPC se non usi l'automazione per renderti più produttivo.

La domanda quindi diventa "quali strumenti sono i migliori per me"?

Ciò comporta diverse considerazioni:

  • Quale problema sto cercando di risolvere e quali strumenti risolvono tali problemi?
    • Devo gestire le offerte più velocemente?
    • Ho bisogno di rapporti migliori per fidelizzare i miei clienti?
    • Ho bisogno di uno strumento che renda gli script di annunci più facili da usare per i non programmatori?
  • Lo strumento produrrà il giusto ritorno sull'investimento?
    • Lo strumento è meno costoso del previsto miglioramento dei risultati?
    • O costa meno che fare lo stesso lavoro manualmente?
  • Come interagirà lo strumento con altre automazioni?
    • È compatibile con altri sistemi o causerà interferenze?
  • Lo strumento mi consentirà di differenziare la mia offerta attraverso la personalizzazione o sarò bloccato in una soluzione di cookie cutter che porterà a risultati medi?

Con queste domande considerate, puoi mettere insieme una serie di strumenti, il tuo stack tecnologico, che ti aiuterà a fornire la tua offerta di gestione PPC nel 2019.

2.Insegna alla macchina

Nonostante la loro promessa di piena automazione, anche le campagne intelligenti di Google hanno ancora bisogno di una linea di base creata dagli esseri umani.

In particolare, le campagne intelligenti possono essere create solo dopo che una campagna esistente ha accumulato dati storici sufficienti per consentire all'algoritmo di apprendimento automatico di iniziare a determinare targeting, offerte e budget.

Queste campagne dovevano essere create prima manualmente dagli esseri umani.

Ciò significa che il tuo lavoro iniziale sulle campagne è la base di ciò che la macchina utilizzerà per imparare a ottimizzarlo.

Quindi, ecco alcune considerazioni per aiutare a portare le campagne al punto in cui possono essere automatizzate più velocemente:

  • Utilizza una struttura coerente per creare campagne più pulite.Proprio come le strade con segnaletica incoerente sono più difficili da percorrere per le auto a guida autonoma, anche le campagne create a caso sono più difficili da automatizzare.Avere un processo, essere coerenti e essere logici durante i build-out.
  • Sfrutta ciò che sai dalle campagne precedenti per avviarne di nuove con le impostazioni corrette.Gran parte del tuo valore come esperto di PPC è che l'hai già fatto in precedenza, quindi dovresti sapere quali insidie ​​evitare e quali impostazioni potrebbero produrre risultati immediati.
  • Tieni traccia delle conversioni fin dall'inizio e prepara un piano su quale modello di attribuzione si adatta meglio al tuo tipo di attività.Ogni anno che scrivo sono scioccato dal numero di inserzionisti che incontro che non tengono traccia delle conversioni.Eppure eccoci nel 2019 e lo sto scrivendo di nuovo. *Sospiro*

3.Monitorare l'automazione

Ora hai fornito ai tuoi strumenti i dati di cui hanno bisogno per poter iniziare a gestire parte della gestione ma non hai ancora prenotato il tuo biglietto per la spiaggia.

Dovrai comunque tenere d'occhio le cose perché quando la gestione è più veloce (la gestione automatizzata tende ad essere più frequente della gestione manuale), c'è anche il rischio che le cose vadano male più velocemente.

Inoltre, considera che l'automazione porta con sé una serie completamente nuova di sfide che potrebbero richiedere tanto tempo quanto le attività manuali che questi strumenti stanno cercando di sostituire.

Caso in questione... nei miei primi giorni in cui scrivevo script di Google Ads, mi sono reso conto scioccante che stavo dedicando tanto tempo alla manutenzione e al monitoraggio dei miei script quanto in precedenza dedicavo alle attività manuali che questi script avevano sostituito.

Naturalmente, il vantaggio era che potevo ridimensionare la gestione degli account a conti sempre più grandi, così ho potuto fare più soldi.

Ma aggiungere l'automazione senza mettere in atto i nuovi processi giusti non mi avrebbe aiutato come pensavo.

Stavo semplicemente spostando il mio tempo.Questo era un problema risolvibile, è solo che nessuno me l'ha detto, quindi mi ci è voluto un po' più di tempo per arrivare dove volevo essere.

Quindi, per prepararti al successo, considera come monitorare le prestazioni quando le cose si muovono più velocemente e quando i tuoi strumenti ti hanno permesso di lavorare su molti più account di quanti ne potevi gestire prima.

Ciò potrebbe comportare una semplice modifica al processo della tua agenzia o l'aggiunta di alcuni strumenti aggiuntivi il cui scopo principale è monitorare e avvisarti quando necessario.

Conclusione

Che ti piaccia o no, parti di PPC stanno diventando più automatizzate.

Ciò significa che devi apprendere nuove abilità, aggiornare il tuo playbook e generalmente dedicare più tempo solo per rimanere in linea con quello che stanno facendo gli altri inserzionisti.

L'automazione in PPC è stato un tema coerente per me, da Google Ads Scripts e Bing Ads Scripts all'impatto dell'intelligenza artificiale sul ruolo dell'esperto PPC.

Continuerò a condividere di più quest'anno proprio qui su Search Engine Journal.

Buon Anno!

Altre risorse:

Tutte le categorie: Blog