Sitemap

Quando ho iniziato con la SEO, sul mercato c'era praticamente solo uno strumento importante dedicato alla SEO.

WebPosition Gold era lo standard per i professionisti SEO dell'epoca.

Con WebPosition Gold, o anche WPG, come veniva indicato, è possibile eseguire rapporti di classificazione, analizzare le pagine rispetto a una base di conoscenza (che è stata aggiornata e anche sottoscrivere un costo aggiuntivo) e creare "pagine porta" per classificare le frasi.

Tutto sommato, per l'epoca era uno strumento piuttosto sofisticato.

Molte persone all'epoca ritenevano che questo strumento sarebbe stato sufficiente per SEO il proprio sito.

E in un mondo pre-Google meno competitivo, lo strumento ha funzionato abbastanza bene.

Fino a quando non è successo.

La scarsità impone che ci siano vincitori e vinti

Ci sono un numero limitato di inserzioni sulla prima pagina di Google.

Non tutti coloro che vogliono classificarsi per una parola chiave o una frase specifica saranno in grado di raggiungere il proprio obiettivo.

Anche se esistesse uno strumento in grado di svolgere tutte le tue attività SEO, se più siti utilizzano quello strumento di quanti ne elencano, qualcuno non si classificherà in prima pagina.

Non fraintendetemi, ci sono letteralmente miliardi di query e ognuna ha il proprio insieme unico di risultati.

Puoi avere successo nella SEO senza classificarti per la parola chiave "soldi" in alto.

Ma la classifica per quella parola chiave in alto è ciò che tutti vogliono.

E non tutti possono classificarsi in prima pagina per le parole chiave più popolari e redditizie.

E se tutti usano lo stesso set di strumenti nel tentativo di classificarsi, ci saranno molti siti lasciati al sicuro.

Gli strumenti sono solo strumenti

Lo scopo attuale degli strumenti SEO è quello di semplificarci la vita.

Gli strumenti ci consentono di risparmiare tempo eseguendo compiti che, in passato, richiedevano una quantità di tempo eccessiva.

Un buon esempio sono gli strumenti crawler che forniscono informazioni dettagliate su ogni pagina di un sito, complete di un'analisi dei problemi all'interno del codice della pagina.

In passato, ogni pagina doveva essere analizzata individualmente.

Per un piccolo sito, questo non è mai stato un problema.

Ma per un sito con migliaia o addirittura milioni di pagine, il compito di analizzare singolarmente ogni pagina è difficile, se non impossibile.

Gli strumenti rendono possibili compiti impossibili.

Ma gli strumenti non ci danno una bacchetta magica per classificare i nostri siti.

Se non l'hai capito, non ci sono proiettili magici in SEO comunque.

La SEO non è scienza missilistica.

Penso alla SEO più come un impianto idraulico.

Certo, potresti capire come riparare il tuo lavandino guardando alcuni video di YouTube.

Ma se sei come me, probabilmente finiresti per allagare tutta la tua casa per riparare un rubinetto che perde.

A volte è meglio chiamare l'idraulico.

Una chiave inglese nella mia mano non è la stessa che nelle mani di un idraulico autorizzato.

Solo perché hai uno strumento non significa che puoi classificarti per una parola chiave o dominare un argomento.

Cosa non può fare uno strumento

Gli strumenti non possono dirti i passaggi giusti per la tua attività.

C'è uno strumento che il mio team ha utilizzato in passato.

Questo strumento analizza le SERP su parole chiave e frasi specifiche e analizza una pagina del tuo sito.

Lo strumento fornisce dati su come la tua pagina differisce dalle pagine attualmente classificate per la parola chiave o la frase chiave desiderata.

Questi dati possono essere utili nelle mani di qualcuno che capisce come funzionano le classifiche.

Ma i dati sono sicuramente una correlazione, non una causalità.

Ho visto questo strumento fornire consigli che, se seguiti, sarebbero decisamente dannosi per un sito, non solo per le loro classifiche, ma anche per la loro esperienza utente.

Vedi, solo guardare le SERP da solo non ti dirà come posizionare le tue pagine.

Sappiamo che l'algoritmo di Google ha migliaia di componenti che entrano nella logica delle pagine di ranking.

È impossibile sapere quali fattori determinano definitivamente il posizionamento di una pagina per una parola chiave o una frase chiave specifica.

Questo particolare strumento tende a porre molta enfasi sul numero di parole che si trovano nel contenuto della pagina.

Quindi, ad esempio, se la pagina in cima alla classifica contiene 10.000 parole, lo strumento potrebbe suggerire che anche la tua pagina abbia bisogno di 10.000 parole.

Potrebbe essere così, ma c'è più di un modo per classificare e se il tuo sito non si presta a pagine di 10.000 parole, quel consiglio potrebbe danneggiarti piuttosto che aiutarti.

Uno strumento può aiutarti a fare analisi, ma gli strumenti di oggi non possono fare l'analisi per te.

Certo, ci sono strumenti là fuori che affermano di dirti esattamente cosa fare per classificare una parola chiave specifica, ma nella mia esperienza, non sono tutti all'altezza quando vengono presentati una concorrenza significativa per il posizionamento delle parole chiave.

Cosa può fare uno strumento

Non fraintendetemi, non faremmo il nostro lavoro in modo efficiente ed efficace senza strumenti.

Come ho detto prima, gli strumenti semplificano la nostra vita.

Gli strumenti possono aiutarci a trovare problemi sui nostri siti che potremmo non essere in grado di vedere prontamente.

Gli strumenti possono aiutarci a capire in che modo altri siti si collegano al nostro sito e come viene collegata anche la nostra concorrenza.

Questi dati forniscono la base per l'analisi della qualità necessaria per classificare parole chiave e frasi chiave competitive.

Gli strumenti ci aiutano a tenere traccia delle classifiche delle nostre parole chiave, anche se le classifiche a lungo termine non sono importanti quanto le vendite.

Gli strumenti ci aiutano a lavorare in team, aiutandoci a gestire i progetti e ad assegnare compiti.

Gli strumenti ci consentono di concentrare il nostro tempo sull'analisi piuttosto che sulla caccia ai dati.

Gli strumenti ci aiutano a capire il quadro generale.

Ci consentono anche di concentrarci su problemi specifici fornendoci dati per analizzare cosa sta succedendo.

In conclusione

Gli strumenti non sostituiscono i professionisti SEO.

Se pensi di poter acquistare uno strumento e finire con il tuo SEO, rimarrai molto deluso.

Qualsiasi strumento è buono quanto la mano che lo impugna.

Se ti prendi il tempo per capire la SEO, gli strumenti sono indispensabili per i tuoi sforzi di posizionamento.

Se non capisci come funziona la SEO, nessuno strumento ti fornirà costantemente i risultati per avere il maggior successo possibile.

Quindi usa gli strumenti: devi se vuoi avere successo.

Non aspettarti che gli strumenti siano l'unica cosa di cui hai bisogno.

Lo strumento SEO più prezioso è la tua stessa mente.

Altre risorse:

Tutte le categorie: Blog